Il tappeto erboso

 

I LAVORI DI MANUTENZIONE

ORDINARIA

I LAVORI DI MANUTENZIONE

STRAORDINARIA

1. Il taglio dell'erba

7. L'analisi del terreno

2. Concimazione

8. Rigenerazione

3. Le irrigazioni

9. Rullatura di fine inverno

4. Diserbi selettivi

10.Sabbiatura

5. Scarificatura

11.Trattamenti anticrittogamici

6. La calcitazione

12.Trattamenti insetticidi

 

Il taglio dell'erba

I parametri che regolano i tempi e le modalità d'intervento sono principalmente due, come viene riportato dall'indicativo schema:

 

Primavera

Estate

Autunno

Inverno

Altezza d'intervento (cm)

Altezza finale di taglio (cm)

7-8

3-4

6-7

4-5

7-8

4-5

8-9

5

L'altezza finale del taglio, cioè il punto in cui tutte le lamine fogliari vengono tagliate, viene soprattutto determinata in relazione alla stagione, al tipo di miscuglio ed alla funzione che dovrà assolvere il tappeto erboso. La frequenza di taglio, varia in funzione al tipo di concimazione, alla piovosità, alle irrigazioni, alle caratteristiche pedologiche ed al tipo d'essenze usate nel miscuglio. In generale per i miscugli composti da Poa, Loietto, e Festuca, l'intervallo tra i tagli in Aprile e Maggio (mesi di maggior crescita) è generalmente di 6/7 giorni, mentre nei periodi più caldi (luglio-agosto) è di 10/15 giorni, Si possono stimare nell'ordine di 18-26 gli interventi di sfalcio effettuati in un anno.

Per le modalità d'esecuzione si considerino con attenzione le seguenti prescrizioni:

  • Il tappeto erboso al momento dell'intervento deve essere asciutto
  • Gli organi di taglio (lame) devono essere sempre ben affilati
  • Lo sfalciato deve essere asportato con cura dopo ogni taglio, per impedire l'accumulo di materiale organico e successiva formazione di feltro.
  • Nei periodi d'intensa crescita eseguire, ogni 2-3 tagli, un'energica rastrellatura per raccogliere l'eventuale materiale organico depositato e per ossigenare gli strati superficiali del suolo.
  • Non eseguire sul tappeto erboso il rifornimento di carburante e olio e non rovesciare in campo la motofalciatrice per pulizia e manutenzione. CONCIMAZINE

Il terreno coltivato a tappeto erboso è destinato ad esaurirsi in pochi anni se non vengono apportati nella giusta dose gli elementi minerali sottratti dall'erba ed asportati con lo sfalcio. Un tappeto erboso mal nutrito o non concimato, si esaurirà presto perché risulterà più debole nei confronti delle malattie, sarà meno competitivo nei confronti delle malerbe e in definitiva, non sarà bello a vedere e non assolverà alla funzione richiesta. In un terreno fertile e dotato, le concimazioni hanno lo scopo di somministrare gli elementi nutritivi che vengono utilizzati dalla coltura; Azoto, Fosforo e Potassio vengono assorbiti in grosse quantità e vengono chiamati Macroelementi. Calcio e Magnesio assorbiti in minor quantità vengono chiamati Mesoelementi. Ferro, Rame, Zinco, Boro, Cobalto, Manganese sono Microelementi ugualmente importanti perché presiedono le reazioni biologiche.

Distribuendo concimi complessi si apportano con pochi interventi Azoto(N), Fosforo(P), Potassio(K), abbinati a Magnesio(Mg) e Microelementi. L'utilizzo di forme azotate complesse, dette a lenta cessione, consentono il rilascio graduale nel tempo, impedendo così il dilavamento e l'inquinamento delle falde acquifere del sottosuolo. E' bene far fronte alle esigenze nutritive con pochi interventi, generalmente 4 l'anno.

Il concime viene sparso sul tappeto erboso asciutto alle dosi indicate dal piano di concimazione determinato in base alle analisi del terreno. La distribuzione può avvenire in due modi:

  • a spaglio
  • con carrello dosatore che consente una più omogenea distribuzione (noleggiabile presso di noi)

 

LE IRRIGAZIONI 


L'apporto d'acqua al tappeto erboso deve essere eseguito per aspersione (a pioggia) con l'ausilio d'impianti fissi o mobili. Gli interventi d'irrigazione vanno effettuati nelle ore serali, in quelle notturne o durante le prime ore del mattino, per evitare dannosi sbalzi di temperatura. Con un unico intervento irriguo bisogna inumidire tutto lo strato di suolo interessato dallo sviluppo radicale del tappeto erboso, evitando ristagni e inutili perdite d'acqua.

Bisogna sempre tenere presente che:

  • scarse irrigazioni, favoriscono le infestanti annuali, per loro natura più rustiche;
  • eccessive irrigazioni dilavano gli elementi nutritivi presenti nel terreno e non permettono un'agevole circolazione dell'aria;
  • al fabbisogno idrico del tappeto erboso andranno aggiunte le necessità d'altre essenze, arboree o arbustive che coesistono nella stessa superficie.

Determinato e valutato il totale quantitativo d'acqua da somministrare si regoleranno opportunamente i tempi d'irrigazione. Il fabbisogno idrico di un tappeto erboso varia notevolmente in funzione di:

  • caratteristiche proprie d'ogni sito (esposizione e giacitura)
  • tipo di terreno
  • andamento stagionale (pluviometria, temperature e umidità)
  • specie presenti nel miscuglio
  • tipo di concimazioni eseguite

Un suolo ben lavorato e concimato (soprattutto con Fosforo), consente alle radici dell'erba di esplorare un notevole volume di terra. Sarà così più facile per la piantina d'erba trovare acqua e nutrimenti anche nei momenti meno favorevoli. Nei mesi primaverili (fino a maggio) un metro quadrato di tappeto erboso necessità in media 2-3 litri d'acqua. Nei mesi estivi (giugno, luglio e agosto) il consumo d'acqua per evapotraspirazione (evaporazione d'acqua dal suolo + traspirazione delle foglie) aumenta fino a 5-8 litri/mq per poi scendere a 3-5 litri/mq circa nel mese di settembre. Salvo annate anomale, le esigenze idriche primaverili nella nostra zona sono ben soddisfatte dalle precipitazioni, quindi si ricorre sporadicamente ad irrigazioni. I quantitativi indicati andranno eventualmente adattati e verificati in funzione dell'esposizione, della giacitura, del tipo di terreno e dell'andamento stagionale.

 

DISERBI SELETTIVI

Si considerano infestanti tutte le essenze presenti ed indesiderate nella coltura del tappeto erboso. Esse sono di specie diverse e presentano caratteristiche morfologiche e fisiologiche differenti. Molte sono controllabili tramite la corretta esecuzione delle normali pratiche agronomiche, quali le concimazioni, adeguate nella quantità (dose al mq) e nella qualità (rapporto tra gli elementi nutritivi), le irrigazioni con giusti tempi e volumi, i tagli alle altezze opportune.

Alcune di esse hanno un forte potere infestante e si controllano quasi esclusivamente con specifici e mirati trattamenti chimici. Tali interventi devono essere eseguiti da personale specializzato ed autorizzato al fine di aumentare l'efficacia e contenere l'inquinamento. Per aumentare l'efficacia del controllo, sia agronomico sia chimico, è indispensabile riconoscere le malerbe e classificarle per categorie omogenee. Si distinguono per la loro classificazione botanica e per le loro caratteristiche morfo-fisiologiche, i seguenti principali gruppi:

  • Graminacee annuali (Digitaria sanguinalis, Setaria spp., etc.)
  • Graminacee perennanti (Cynodon dactylon, Poa annua, etc.)
  • Dicotiledoni a foglia larga (Plantago spp., Bellis perennis, Taraxacum officinalis, etc.)
  • Dicotiledoni leguminose (Trifolium spp., Oxalis spp., etc.)

Per limitare l'uso di sostanze erbicide è indispensabile monitorare le specie infestanti e redigere piani d'intervento preventivi.


SCARIFICATURA


Quest'operazione ha lo scopo di "raschiare" lo strato superficiale del terreno rimuovendo l'eventuale feltro (accumulo di materiale organico sul suolo che si compatta formando uno strato asfittico), e favorendo lo scambio gassoso.

Le cause che determinano la formazione e l'accumulo di feltro sono molteplici e si possono così identificare:

  • Compattazione del terreno
  • Irrigazioni eccessive
  • Concimazioni azotate eccessive
  • Concimazioni azotate scarse
  • Tagli troppo alti
  • Eccessivo intervallo tra i tagli
  • Mancato asporto dello sfalciato.

L'epoca adatta alla scarificatura è la tarda primavera (maggio-giugno) e la fine dell'estate (agosto-settembre) quando il feltro può raggiungere lo spessore di 0.5 - 1.0 centimetro. Gli attrezzi che sono impiegati dipendono dall'estensione della superficie; per piccole aree si ricorre all'utilizzo di rastrelli scarificatori (dotati di denti affilati), che consentono di ottenere ottimi risultati. Il materiale asportato con la scarificatura deve essere completamente asportato. Dopo tale operazione può essere eseguito un apporto di sabbia (ammendamento).Su grandi superfici la scarificatura e la rimozione del feltro, deve essere effettuata con specifici attrezzi meccanici che aumentano la capacità lavorativa mantenendo costante la qualità del lavoro.

 

LA CALCITAZIONE

Il Calcio è un elemento indispensabile per lo sviluppo delle piante e del tappeto erboso; la sua presenza nella composizione delle membrane cellulari assicura maggior resistenza alla siccità, ai freddi invernali e alle malattie. Il Calcio insieme con il Magnesio e al Potassio contribuisce a mantenere la reazione del terreno, misurata nella scala del Ph, a valori fisiologicamente idonei alla crescita dell'erba. Per queste caratteristiche il Calcio può essere considerato sia come fertilizzante sia come correttivo del terreno.

Esso viene apportato sotto forma di carbonato di calcio; le dosi da apportare al metro quadro non devono essere frutto di calcoli empirici ma di una scrupolosa analisi del terreno, onde evitare deleteri squilibri nutrizionali. Le modalità con cui viene distribuito il correttivo a base di carbonato di calcio sono uguali a quelle descritte per la distribuzione dei concimi minerali. I periodi indicati per l'apporto sono Ottobre, Novembre e Febbraio, Marzo.

 

I LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

 

L'ANALISI DEL TERRENO

L'analisi del terreno condotta in laboratorio è l'unico strumento che permette di costituire, mantenere o ripristinare l'impianto del tappeto erboso in base alle reali necessità. La conoscenza delle caratteristiche fisiche e chimiche di un terreno permette di :

- Redire un preciso piano di concimazione

  • Verificare la necessità d'ammendamento (sabbiatura o areazione)
  • Calibrare razionalmente apporti di sostanza organica
  • Quantificare e qualificare l'apporto di correttivi

La pianificazione annuale delle operazioni, possibile solo dopo il monitoraggio dello stato vegetativo del tappeto e con l'analisi del terreno, permette di preventivare le spese di gestione e consente l'orientamento nell'acquisto dei materiali.

 

RIGENERAZIONE

Nei tappeti erbosi caratterizzati da intenso sfruttamento, o di vecchio impianto sono talvolta necessari (anche in modo localizzato) interventi di rinfoltimento, mediante trasemina (semina su tappeto erboso già esistente). E' necessario operare in periodi opportuni e preparare scrupolosamente il fondo del tappeto erboso. I mesi migliori sono quelli primaverili (marzo-aprile) e quelli di fine estate (agosto-settembre). Nelle zone da rigenerare, il terreno va mosso nello strato superficiale con un rastrello con denti fini e taglienti o con appositi macchinari attrezzati per lo scopo.

Il miscuglio da rigenerazione, composto prevalentemente da più varietà di loietto, deve essere distribuito sulla superficie preparata in ragione di 10-20 gr. al metro quadrato. Si procederà a interramento con apposito terriccio, sabbia e concime; seguirà una leggera rullatura e quindi una irrigazione. Con cura si manterrà un grado di umidità costante nel tempo, fino al completo sviluppo delle plantule.

 

RULLATURA DI FINE INVERNO

Alla fine dell'inverno, qualora le gelate abbiano sollevato parte del tappeto o le zolle, la rullatura ha lo scopo di ricreare l'equilibrio tra gli spazi occupati dall'aria e dall'acqua. Il rullo da impiegare deve essere ad acqua o sabbia per poter calibrare il peso in relazione al tipo di terreno ed all'esigenza specifica.

 

SABBIATURA

Consiste nella distribuzione e stesura di sabbia sul tappeto erboso al fine di:

  • Migliorare la tessitura del terreno quindi la circolazione di aria e acqua
  • Accelerare la degradazione del feltro
  • Incrementare la portanza del terreno
  • Livellare le depressioni del terreno
  • Colmare i fori eventualmente prodotti dalla bucatrice (nel caso della carotatura)

La sabbia che viene utilizzata deve possedere le seguenti caratteristiche:

  • Granulometria omogenea con granuli compresi tra 0,25-2 mm.
  • Assenza di impurità (terra, limo, frammenti organici)
  • Assenza di carbonati che modificherebbero la struttura ovvero il grado di aggregazione delle particelle più fini.

L'apporto di sabbia ammonta a 3-5 litri il metro quadro e può variare in relazione al tipo di intervento; in alcuni casi viene distribuita con l'aggiunta del 30% di terriccio a base di torba bruna e bionda. Per la stesura del materiale si procede manualmente per piccole superfici o con appositi carri spandisabbia, o carrelli spandiconcime per superfici estese.

 

TRATTAMENTI ANTICRITTOGAMICI

Un tappeto erboso mal curato è facilmente soggetto all'attacco di malattie fungine che possono danneggiare o addirittura compromettere l'esistenza stessa. Importante quindi non lasciare nulla di intentato durante le operazioni di impianto e di manutenzione al fine di ottenere un tappeto resistente. Particolari condizioni pedologiche e climatiche sfavorevoli possono comunque consentire lo sviluppo di malattie fungine. In relazione al tipo di malattia ed al suo ciclo biologico si interviene una o più volte con principi attivi specifici per isolare e debellare la malattia. Gli interventi devono essere eseguiti con attrezzature idonee che consentano l'efficacia del trattamento e la sicurezza dell'operatore e di terzi. La pressione di esercizio deve essere compresa tra le 3,5-5,5 Atm per un'omogenea distribuzione della miscela anticrittogamica. Per la scelta dei principi attivi da impiegare è importante identificare con precisione il patogeno fungino riccorendo alla sintomatologia o richiedendo la consulenza di un tecnico qualificato ed esperto. I principi attivi da utilizzare potranno avere le seguenti formulazioni: granulare, microgranulare, polvere bagnabile, liquido. L'applicazione dovrà avvenire nelle ore fresche della giornata per evitare i rischi di fititossicità.

 

TRATTAMENTI INSETTICIDI

Identificato l'insetto nocivo alla coltura del tappeto erboso, ed il suo stadio di sviluppo (uovo, larva, pupa, adulto o altro), si definisce il programma d'intervento, ovvero i tempi, le modalità operative, i materiali da impiegare. I principi attivi da utilizzare potranno avere le seguenti formulazioni: granulare, microgranulare, polvere bagnabile, liquido. L'applicazione dovrà avvenire nelle ore fresche della giornata per evitare i rischi di fitotossicità.

FEEDBACK

LASCIATE IL VOSTRO FEEDBACK

mfbnamvlq
14/08/20, 23:08
Круто + за пост _________________ [url=https: //shopyh. academy/otzyvy-o-b ukmekerskoy-kontor e-olimp-kz/]оли мп букмекерс кая контора зарегистр ироваться [/url]
DavidIdolo
[url=https: //xn--lgalr-8xa3f. com/ ]сайт легал рц биз в обход
aureliang2
09/08/20, 09:36
Sexy pictures each day http: //gaysexpornboy. jsutandy. com/? abby lilliput porn porn work in dublin aliane space porn how do male porn stars cum red tue porn
EugeneHop
09/08/20, 01:29
INSTANTLY QUALIFY! Join our community today for FREE and qualify for a wide variety of PAID consumer surveys! [url=https: //bit. ly/2DkUvKb]WE ARE THE BEST SOURCE FOR TOP PAID SURVEYS ! [/url] https: //bit. ly/2DkUvKb
JamesWrelo
08/08/20, 08:28
pics of unshaved pussy hairy pussy penetration sexy hairy underarms [url=https: //www. hairybeautypics. com/]hairy lesbian teens [/url]
Vidus700c
08/08/20, 05:53
Hello folks, just came across this wonderful blog and would like to post some useful software resource which might be help, thanks! https: //www. vidusoft. com/youtube-downlo ader/ https: //keepvid. best/en1/ https: //flvto. ch/
otsmnucpl
07/08/20, 00:51
ничего особенног о _________________ [URL=https: //alltop100casinos . site/sirenis-punta -kana-kazino-video /]Сиренис пунта кана казино видео[/URL]
Xaviersaile
06/08/20, 16:03
Привет всем! Класный у вас сайт! Нашел познавате льную фотоподбо рку на этом сайте: http: //watafak. ru/interesnoe/1460 8-10-nastoyaschih- zhenschin-gigantov -iz-realnoy-zhizni . html
Henrylon
06/08/20, 11:02
Il miglior lavoro online per i pensionati. Rendi ricchi i tuoi vecchi tempi. Link - https: //plbtc. page. link/zXbp
Henrylon
06/08/20, 10:21
Sappiamo come rendere il nostro futuro ricco e lo fai? Link - https: //plbtc. page. link/zXbp
Henrylon
06/08/20, 07:46
Start making thousands of dollars every week just using this robot. Link - https: //plbtc. page. link/zXbp
Henrylon
06/08/20, 07:39
Il robot finanziario è il tuo # 1 esperto di fare soldi. Link - https: //plbtc. page. link/zXbp
Henrylon
06/08/20, 00:25
Inizia a fare migliaia di dollari ogni settimana usando questo robot. Link - https: //plbtc. page. link/zXbp
Henrylon
05/08/20, 22:35
Anche un bambino sa come fare soldi. Questo robot è quello che ti serve! Link - https: //plbtc. page. link/zXbp
Henrylon
05/08/20, 20:36
Investire $ 1 oggi per fare $ 1000 domani. Link - https: //plbtc. page. link/zXbp

FOTO GALLERY

Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy